INTEGRAZIONE E SOLIDARIETÀ | giovedì 21 settembre 2017 17:52

INTEGRAZIONE E SOLIDARIETÀ | martedì 12 settembre 2017, 18:28

In Valle il 'Donoday' per valorizzare l'impegno quotidiano dei volontari

Da sn Claudio Latino e Luigi Bertschy durante la presentazione del Donoday 2017

"La cultura del dono è espressione del mondo del volontariato valdostano e la Giornata dedicata a questa attività di dedizione al prossimo cementerà una felice alleanza con le istituzioni". Ne è convinto il presidente del Centro di servizio per il volontariato-Csv, Claudio Latino, che oggi ha presentato in conferenza stampa il 'Donoday' 2017, iniziativa solidale che coinvolgerà Aosta e altri cinque comuni dal 16 settembre all'8 ottobre.

La manifestazione, istituita nel 2015 a livello nazionale per valorizzare il ruolo del terzo settore, vedrà la presenza di numerose associazioni di volontariato ed enti no profit del territorio, con la partecipazione delle amministrazioni dei paesi interessati, a cominciare dal comune di Sarre il 16 settembre.

Il giorno successivo l'evento sarà a Chatillon, mentre il 23 settembre si sposterà nei giardini della stazione ad Aosta, per proseguire il 24 settembre a Pont-Saint-Martin, l'1 ottobre a Morgex, e concludersi l'8 ottobre a Saint-Vincent. Il 30 settembre, nella sala Bcc Valdostana di Aosta, è, poi, prevista una conferenza sul valore del dono tenuta dall'economista Stefano Zamagni, già presidente dell'agenzia del terzo settore. Al 'Donoday' 2017 ha aderito anche l'assessorato regionale alla Sanità, Salute e Politiche sociali. "Siamo consapevoli – ha commentato l'assessore Luigi Bertschy – di quanto il volontariato sia importante per permettere ai servizi pubblici di mantenere un buon livello della qualità della vita nella nostra regione, ma non deve essere solo un'azione di merito quanto un patrimonio condiviso della comunità".

va.pr.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore