POLITICA | giovedì 21 settembre 2017 17:57

POLITICA | martedì 12 settembre 2017, 18:44

Nessuna criticità debitoria nelle casse dei Comuni valdostani

Franco Manes, presidente del Cpel

"Le Amministrazioni municipali della Valle non presentano posizioni debitorie critiche. Nessuno dei nostri 74 Comuni si trova in uno stato di dissesto, né di predissesto".

Lo ha dichiarato Franco Manes, presidente del Consiglio permanente degli enti locali (Cpel), al termine di un confronto con i sindaci valdostani sui dati diffusi dal ministero delle Finanze, che danno una panoramica d'insieme con alcuni interrogativi sulla tenuta del sistema di finanza locale in Valle d'Aosta. Secondo Manes "a gestione dei conti locali non è né allegra, né poco virtuosa, ma frutto di politiche attente e condivise, non solo all'interno del singolo ente, ma concertate a livello di sistema degli enti locali".

Nonostante le difficoltà evidenziate nei mesi scorsi da alcuni comuni, come ad esempio quello di Gignod, che ha rischiato il predissesto, "sino ad oggi abbiamo assicurato un sostanziale mantenimento del livello storico dei servizi alla persona - assicura Manes - e siamo riusciti a farlo grazie al cambiamento messo in atto dalla legge di Riforma degli enti locali, che ha previsto opportune forme di associazione di funzioni e di servizi, e ragionando con logiche comuni".

Conclude il presidente del Cpel: "I numeri del Ministero delle Finanze ci riportano nuovamente di fronte alla necessità di rivedere nel complesso il sistema della nostra finanza locale, per garantire sia gli standard dei servizi sino ad oggi offerti, sia gli equilibri di bilancio ed evitare l'esplosione delle singole posizioni debitorie in capo agli enti. Sono necessari interventi strutturali".

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore