CRONACA | venerdì 17 novembre 2017 20:36

CRONACA | lunedì 17 luglio 2017, 10:26

Nessuno sfugge al 'drogometro' della polizia di Aosta

Tempi duri per chi si mette alla guida dopo aver fumato una 'canna'. Dopo anni di controlli stradali effettuati con l’etilometro, la Questura di Aosta si è dotata del 'drogometro', nuovo strumento in grado di verificare in tempo reale se un conducente ha assunto sostanze stupefacenti.
Semplice da utilizzare, il 'drogometro' funziona con uno stick utilizzato per prelevare un campione di saliva dalla bocca, che cambierà colorazione in base alle alterazioni psicofisiche della persona esaminata. Inserito nell’apparecchiatura, lo stick fornirà in pochi attimi la positività o meno a diverse sostanze quali oppiacei, cocaina, eroina, metanfetamina e benzodiazepina.
Essendo uno strumento preventivo, in caso di positività seguiranno esami successivi ma nel frattempo al conducente esaminato verrà sospesa la patente per 10 giorni, tempo necessario per avere i risultati di laboratorio dello stick e dai quali si evinceranno tipo e quantità di sostanza assunta.
E proprio la notte scorsa Polizia stradale di Aosta e personale dell’Ufficio sanitario della Questura hanno effettuato una serie di posti di blocco finalizzati a garantire un maggior livello di sicurezza nelle strade. L’utilizzo della nuova apparecchiatura ha portato al ritiro di una patente e alla segnalazione di due persone per guida in stato di ebrezza alcolica e per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti.

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore