ECONOMIA | mercoledì 17 luglio 2019 21:26

ECONOMIA | 13 luglio 2017, 10:00

E' la Valle d'Aosta la regione italiana con più società partecipate

E' la Valle d'Aosta la regione italiana con più società partecipate

La regione più piccola d’Italia detiene il record di società partecipate pubbliche in rapporto ai propri residenti: una per ogni 1.929 valdostani. Il dato emerge nel rapporto del Centro studi Ires della Cgil sulle società pubbliche, che in barba alla crisi negli ultimi anni sono cresciute in Italia a ritmo impressionante, “con regioni in cui si sono toccate punte inarrivabili - si legge nel rapporto - come il Trentino con 498 società partecipate create con i soldi dei contribuenti, ovvero una ogni 2.126 residenti”.

Ma il record è della Valle d'Aosta, “che su una popolazione di appena 128.000 abitanti - spiega l'Ires - registra la presenza di 68 società partecipate”. In Italia le società a capitale in parte o del tutto pubblico sono 8.893, delle quali circa 5mila sono state aperte nel solo periodo compreso fra il 2000 e il 2014, con un rapporto di una ogni 6.821 abitanti.Il 'boom' delle società partecipate è iniziato negli anni Novanta, con la riforma delle autonomie locali secondo la quale queste strutture economiche 'miste' avrebbero reso più efficienti i servizi pubblici vestendoli con un abito privatistico.

Negli anni le società partecipate pubbliche si sono trasformate in ricche 'poltrone' per politici trombati alle elezioni o in pensione, o strumenti per 'onorare' impegni elettorali e 'aiutare' gli amici. E non è vero che la densità di società partecipate sia maggiore al Sud: in Campania, ad esempio, se ne trova una ogni 14.554 abitanti, il valore minimo in assoluto.

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore