CULTURA | mercoledì 17 luglio 2019 15:20

CULTURA | 13 luglio 2017, 17:00

Oltre 4000 visitatori per Ouvrier e Diemoz alla mostra di scultura di Bolvir in terra catalana

La mostra organizzata con l'egida della Presidenza del Consiglio della Valle d'Aosta, del Savt-Artistes, del Museo della Vita Rurale di Esplugà de Francolì, è curata ed allestita dal Comune di Bolvir ed ha visto dalla sua apertura ad oggi oltre quattromila visitatori

Oltre 4000 visitatori per Ouvrier e Diemoz alla mostra di scultura di Bolvir in terra catalana

L'esposizione degli artisti valdostani Dorino Ouvrier e Guido Diémoz inaugurata lo scorso 13maggio a Bolvir, nei Pirenei catalani sta ottenendo un enorme successo di pubblico e di critica. La rete televisiva tele3 nazionale ha dedicato un ampio servizio alla manifestazione e ai due artisti.

La responsabile alla Cultura del Comune di Bolvir, intervistata nel corso della trasmissione televisiva, ha commentato: “l'Espace Ceretània a ouvert ses portes aux sculptures sur bois des artistes valdôtains Guido Diémoz et Dorino Ouvrier pour donner vie à l'exposition "Le bois qui palpite", qui sera visitable jusqu'au 30 septembre 2017. Par la suite, du 10 novembre 2017 au 14 janvier 2018, les oeuvresseront accueillies dans le Musée de la vie rurale à l'Espluga de Francolí.

Les productions artistiques de Guido Diémoz et de Ouvrier sont profondément liées à leur terre natale et trouvent ses racines dans l’interprétation du monde paysan valdôtain qu'ils interprètent de manière fantastique”.

Il Direttore del Museo della Vita Rurale: “Ospitare due grandi artisti del legno come Dorino Ouvrier e Guido Diémoz, ci permette di avvertire le somiglianze e gli aspetti che condividiamo, figli della stessa cultura contadina, attraverso la quotidianità e i mestieri rappresentati nelle loro opere, tanto simili ai nostri. Aprire le porte del museo più importante dell'arte materiale catalana èun atto dovuto a questi due grandi artisti”.

Il 31 luglio prossimo nello spazio espositivo culturale Ceretània di Bolvir, il Segretario Generale del Savt, Guido Corniolo, e il coordinatore dell'esposizione “Il battito del legno”, Eduard Fornès presenteranno una serata dedicata all'arte pastorale valdostana e catalana, due culture a confronto attraverso le opere presenti in mostra.

gu.co.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore