CRONACA | mercoledì 23 ottobre 2019 05:28

CRONACA | 13 luglio 2017, 10:45

La babele del carico-scarico merci nelle vie del centro storico di Aosta

Sfilata di furgoni commerciali in via Aubert ad Aosta

Sfilata di furgoni commerciali in via Aubert ad Aosta

Voce grossa, sguardo minaccioso, poi gli autisti di due furgoni commerciali rimasti imbottigliati in una via del centro storico di Aosta decidono che forse non vale la pena coprirsi d'insulti o magari peggio per una precedenza mancata. Scena fra le tante della babele quotidiana vissuta da residenti e turisti nel centro storico del capoluogo regionale, le cui già anguste vie in estate si restringono per la presenza dei dehors e dove invece il traffico di furgoni, camion e auto istituzionali resta invariato se non addirittura diviene ancora più intenso.

“Il dehors ha ovviamente una funzione turistica importante – commenta un esercente – ma se il Comune giustamente ha deciso di agevolare le richieste dei bar e dei ristoranti, deve necessariamente anche provvedere a regolamentare l'accesso al centro storico dei furgoni commerciali”.

Il servizio 'Cityporto Aosta', attivo dal 2012 e che prevede lo stop in Autoporto dei camion diretti ad Aosta e il trasferimento della merce su appositi furgoncini a ridotto impatto ambientale, ha riorganizzato le attività di distribuzione delle merci nel centro storico, ma vi sono ancora troppe deroghe e concessioni, soprattutto per i mezzi di aziende alimentari, che rendono difficile armonizzare il traffico dei veicoli entro le mura romane con lo 'struscio' dei pedoni.

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore