La pensée de Fourmi | martedì 18 settembre 2018 20:26

La pensée de Fourmi | lunedì 03 luglio 2017, 10:47

Unc ‘La Costituente di Formica sta dando voce al contribuente’

Si è tenuto il giorno 19 giugno ad Aosta, presso il Salone delle manifestazioni del Palazzo Regionale la seduta sulla “Costituente del Contribuente”, progetto avviato dal Prof. Orlando Formica, Garante del Contribuente della regione Valle D’Aosta in collaborazione con il MEF – Ministero dell’Economia e delle Finanze

Si è tenuto il giorno 19 giugno ad Aosta, presso il Salone delle manifestazioni del Palazzo Regionale la seduta sulla “Costituente del Contribuente”, progetto avviato dal Prof. Orlando Formica, Garante del Contribuente della regione Valle D’Aosta in collaborazione con il MEF – Ministero dell’Economia e delle Finanze.

“L’obiettivo della  Costituente – spiega la presidente dell’Unione Nazionale Consumatori Piemonte/VdA, Patrizia Polliotto - è elaborare una normativa fiscale e tributaria più chiara e accessibile volta alla tutela del contribuente sia come singolo cittadino lavoratore ma anche in qualità di imprenditore di piccole e medie imprese”.

Al progetto del Prof. Orlando Formica, Garante del Contribuente della Valle d’Aosta, ha aderito anche l’Unione Nazionale Consumatori ed è uno dei soggetti attivi in tale iniziativa insieme ad altre associazioni di categoria, rappresentanti di imprese e  di lavoratori, ai Garanti  del contribuente delle varie regioni d’ Italia ed i dirigenti e responsabili territoriali dei vari enti locali e della pubblica amministrazione.

Alla domanda chi è il contribuente? Molti rispondono dicendo “chi paga le tasse” ma il contribuente non è solo soggetto passivo ma anche soggetto attivo in quanto è colui che produce reddito, aspetto che il più delle volte viene sotto valutato.

“La partecipazione dell’UNC – spiega Patrizia Polliotto - è volta ad intervenire sul sistema di tassazione con l’aggiornamento dei tassi applicati rendendoli conformi alle esigenze sociali attuali  e semplificando l’iter procedurale e di accesso agli uffici ed alla modulistica; scoglio principale che rende anche la semplice richiesta del c.d. bonus elettrico o gas un dispendio elevato di tempo e di energie con il rischio anche di non aver eseguito le pratiche nella modalità corretta e di non accedere quindi ai benefici”.

L’Unc, infine, “ringrazia il Prof. Orlando Formica che ha dato l’opportunità di entrare a far parte di questo progetto e che sta dando voce al contribuente”.

red. eco.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore