Confartigianato VdA Informa | venerdì 17 novembre 2017 20:35

Confartigianato VdA Informa | mercoledì 17 maggio 2017, 11:28

Per appalti edili VdA applichi modello Friuli Venezia Giulia

Licenziato dalla Commissione Consiglio Valle Piano lavori Regione Confartigianato VdA confida ora che indirizzi siano fatti propri dalle stazioni appaltanti. Zappaterra ‘Un primo passo in avanti per cercare di garantire, nel rispetto della normativa, le imprese valdostane’

La terza Commissione consiliare “Assetto del territorio”, presieduta dal Consigliere Alessandro Nogara, riunita oggi, venerdì 12 maggio 2017, ha espresso parere favorevole all'unanimità sul Programma triennale 2017-2019 dei lavori pubblici, l'elenco dei lavori da avviare nella prima annualità 2017 e il Programma biennale 2017-2018 degli acquisti di servizi attinenti all'architettura e all'ingegneria.

“Si tratta – spiega Aldo Zappaterra, Direttore di Confartigianato Valle d’Aosta – di un documento al quale il nostro capo categoria, Antonio Belfiore, e Roberto Montrosset CNA, che è membro della consulta tecnica presso l’assessorato ai lavori pubblici anche per nostro conto, hanno attivamente contribuito alla redazione per tutelare le imprese edili valdostane”. Infatti, sono previsti tre livelli di importi per gli appalti proprio per tenere conto, anche e soprattutto delle  piccole imprese.

“Con l’approvazione in Commissione del Piano lavori pubblici – sottolinea Zappaterra (nella foto) - è stato fatto un primo passo in avanti per cercare di garantire, nel rispetto della normativa vigente, le imprese valdostane e questo è anche frutto dell’impegno di Confartigianato e Cna”. Infatti, l’assessore regionale ai Lavori Pubblici, Stefano Borrello, ha tenuto conto delle indicazioni concordate tra Confartigianato e Cna. “Naturalmente – commenta Aldo Zappaterra - ora passa tutto dalle stazioni appaltanti. Se nel momento in cui si affidano i lavori non si tiene conto di quanto abbiamo concordato difficilmente avremo il risultato sperato. Siamo però fiduciosi perché ciò che abbiamo chiesto viene già applicato in altre regioni a Statuo speciale come il Friuli Venezia Giulia”.

Il Piano 2017-2019 individua i lavori che saranno finanziati e realizzati nel corso del triennio dalla Regione e fornisce indicazioni per la gestione del piano stesso e, più in generale, per l'applicazione della normativa in materia. Il Programma triennale è costituito da 170 interventi per un ammontare complessivo di milioni di 176 milioni di euro.

Aldo Zappaterra sottolinea, ancora, che “con l’azione delle associazioni di categoria è stato recepito il concetto  che riconosce agli appalti la valenza di valenza di strumento per la promozione dello sviluppo del territorio, sia mediante la suddivisione in lotti degli appalti, sia favorendo l'accesso al mercato da parte delle micro, piccole e medie imprese, specie se con solidi legami con il territorio”.

Antonio Belfiore, presidente della Categoria Edili di Confartigianato (nella foto), nel sottolineare le novità evidenzia che “l’Amministrazione può ora affidare gli appalti con procedura negoziata fino a 516mila euro e per servizi di ingegneria di importo fino a 100 mila euro. E questo a tutela delle nostre piccole imprese”.

Per il resto gli appalti sono suddivisi in tre categorie per importo: fino a 40.000 euro; oltre 40.000 euro fino a 150.000 euro e oltre 150.000.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore