ATTUALITÀ POLITICA | giovedì 25 maggio 2017 20:19

ATTUALITÀ POLITICA | lunedì 20 marzo 2017, 09:00

L’OPINIONE DI UNA LETTRICE DI JOVENCAN: Chatrian chiede sacrifici ma lui aumenta il reddito mensile

prima e dopo il ribaltone

Suvvia Direttore,

lei mi sembra troppo duro con il neo assessore Chatrian! Condivido le sue perplessità sulle prime dichiarazioni dell’assessore ai gadget, pardon alle finanze, e le preoccupazioni per l’attività di questa nuova scalcinata giunta, ma dobbiamo pur dare loro il tempo di capire in quale impiccio si sono presuntuosamente voluti mettere e trovare una qualche soluzione per salvare la faccia, non crede?

Vero è che sconcerta sentire un amministratore affermare che centinaia di lavoratori, che per anni hanno contribuito con il loro lavoro ad arricchire la regione, devono adattarsi a condizioni più sacrificate per salvare l’azienda (a questo proposito vorrei capire perché per qualunque categoria il lavoro notturno è usurante, mentre per loro è un privilegio), ma cerchi di comprendere: per anni Chatrian, come d'altronde tutti quelli del suo gruppo, ha inveito contro tutto e tutti senza mai proporre un’alternativa realistica e realizzabile ai problemi contestati, con uno stipendio di tutto rispetto e orari agevolati (non credo occorra tanto tempo per imbastire poche fulgide e ampollose parole improduttive con cui affabulare la platea); ora si rende conto che anche per lui è arrivato il momento di sacrificarsi e mettersi seriamente al lavoro, tirando fuori idee concrete, per salvarsi la poltrona tanto lungamente agognata.

Che poi gli sfugga la differenza tra il suo “sacrificio” a stipendio aumentato e quello dei lavoratori a lavoro troncato, può essere in fondo una piccola svista dovuta all’inesperienza su quella che è la vita vera al di fuori della sterile dialettica politica. Lei afferma che più che incapacità si tratta di calcoli matematici sul voto futuro. Suvvia Direttore, lei mi sembra troppo duro anche con i valdostani! Noi ne abbiamo davvero fin sopra i capelli di populismo, parole al vento e contraddizioni, credo che quando sarà il momento sapremo valutare a chi dare la nostra fiducia.

Che sia per  questo che non vogliono farci votare?

Risponde il Direttore

Cara Lettrice, grazie per la sua lettera nella quale mi rivolge le domande e si risponde. Non sono duro, sono realista; Chatrian è un signore che per anni ha predicato etica, correttezza, onestà, trasparenza; ma fresco di condanna per utilizzo improprio di fondi pubblici per acquistare gadget si è fatto eleggere, senza alcun pudore, assessore alle finanze. Ha ragione cara Lettrice; andiamo a votare. p.m.

una lettrice di jovencan

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore