ECONOMIA | venerdì 18 agosto 2017 10:56

ECONOMIA | mercoledì 11 gennaio 2017, 17:00

Bonus luce e gas anno 2017 per le famiglie in difficoltà

Si tratta di un’opportunità troppo spesso trascurata, ma alla quale, in tempi di aumenti dei costi dell’energia, andrebbe prestata la giusta attenzione

per le famiglie in condizione di difficoltà economica c’è l’opportunità di ottenere uno sconto sulla bolletta semplicemente richiedendo il bonus sociale.  Da diversi anni è possibile, per chi ha un basso reddito, accedere al bonus sociale per elettricità e gas per ottenere uno sconto in bolletta.

È uno strumento a disposizione dei consumatori che andrebbe potenziato e di cui, purtroppo, molti non sono a conoscenza: secondo i nostri dati, ogni anno vi accede un numero di famiglie inferiore rispetto a quelli che ne avrebbero diritto.

Di cosa si tratta? È uno sconto sulla bolletta che passa dal 20% del 2016 al 30% per il 2017, introdotto dal Governo e reso operativo dall'Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico con la collaborazione dei Comuni, per assicurare un risparmio sulla spesa per l'energia alle famiglie in condizione di disagio economico e fisico e alle famiglie numerose.

Infatti il bonus è previsto per situazioni di “disagio economico” (per famiglie con reddito ISEE non superiore a 8.107,5 euro (nel 2016 era di 7.500 euro) - o per “gravi condizioni di salute” (disagio fisico dovuto a casi in cui una grave malattia costringa all'utilizzo di apparecchiature mediche alimentate con l'energia elettrica indispensabili per il mantenimento in vita).

Si tratta di una iniziativa importante per consentire che l’accesso all’energia sia davvero un diritto per tutti i cittadini. Lo sconto del bonus serve infatti a combattere la povertà energetica, consentendo alle famiglie in condizione di disagio economico (e alle famiglie numerose) un risparmio sulla bolletta elettrica che resta anche in caso di cambio del venditore o del tipo di contratto (per esempio si passa da un contratto dal mercato di maggior tutela ad uno nel mercato libero).

Come presentare la domanda? La domanda per ricevere il bonus sociale energia deve essere presentata presso il Comune di residenza o presso un altro ente designato dal Comune (CAF, Comunità montane) utilizzando i moduli dedicati. Il bonus sociale energia dura dodici mesi, al termine dei quali occorre presentare una richiesta di rinnovo, entro due mesi dalla scadenza, utilizzando gli stessi moduli compilati per la precedente domanda (in prossimità della scadenza, il sistema invia un’apposita comunicazione per ricordare la data utile per il rinnovo a tutti i clienti che ricevono il bonus).

Una volta che i moduli sono stati presentati, si può controllare la propria pratica on-line (consultare www.bonusenergia.anci.it) e una volta che la domanda è stata accettata, l’importo del bonus viene direttamente scontato un po’ alla volta nelle bollette di tutto l’anno. È importante ricordare che il valore del bonus viene aggiornato ogni anno dall’Autorità e dipende dall’andamento del prezzo dell’energia e dal numero di componenti della famiglia.

Si tratta di un’opportunità troppo spesso trascurata, ma alla quale (in tempi di aumenti dei costi dell’energia) andrebbe prestata la giusta attenzione.

bruno albertinelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore