CULTURA | mercoledì 28 giugno 2017 22:51

CULTURA | giovedì 05 gennaio 2017, 09:13

Cogne: A ‘L’ultimo dono’ di Ornella Grazio il premio Una storia nel mio paese

Nell’ambito del 60ennale del gruppo folcloristico Lou Tintamaro de Cogne, il Concorso Letterario “Una storia nel mio paese”- Edizione 2017 proporrà agli autori il titolo “Suoni e Melodie di Cogne”; il regolamento sarà pubblicato sul sito del Comune nel corso della primavera

Nella foto sa sn: Giuliana Gabriella Corea, terza classificata, residente a Roma - Eleonora Trento, Assessore alla Cultura del Comune di Cogne e Presidente della Biblioteca Comunale - Ornella Grazio, prima classificata, residente a Cigliano (Vercelli)

La sala del Consiglio comunale del Municipio di Cogne ha ospitato la premiazione dell’Edizione 2016 del Concorso letterario “Una storia nel mio paese”, organizzato dalla Biblioteca comunale. Come avvenuto per le precedenti edizioni, la Commissione di valutazione ha fissato un tema specifico per gli elaborati: "I misteri di Cogne"; gli autori hanno pertanto sviluppato tale tematica, con la messa a punto di alcuni interessanti elaborati.

La Commissione giudicatrice, composta essenzialmente da insegnanti di materie letterarie, dopo aver valutato  gli scritti sia a livello formale che contenutistico.

Il primo premio è stato assegnato a “L’ultimo dono” di Ornella Grazio, per aver saputo legare magistralmente la tematica del Concorso alla peculiare realtà storica mineraria della Valle di Cogne. La solitudine, la paura, il freddo, il sacrificio, sono emozioni che ogni minatore ha provato tra le viscere del Monte Creya e che, ancora oggi, si possono leggere sui muri degli antichi caseggiati di Colonna e negli occhi degli uomini che hanno passato la propria gioventù in galleria. Il desiderio feroce di riabbracciare i propri cari mette in luce quali siano i valori fondamentali per ogni uomo e società, in ogni luogo e tempo.

Il secondo posto è andato al testo “Il frassino di Buthier” di Enrica Poggio, per la capacità dell'autrice di realizzare un testo di buona qualità formale in cui emerge l’indissolubile e fondamentale connessione tra il paese Cogne e la Natura che lo circonda. Lo scontro tra uomini e animali, la protezione della natura, la testimonianza silenziosa degli alberi che sopravvivono a gioie e dolori umani, sono tematiche che caratterizzano la vita di Cogne e dei suoi abitanti. Il testo si presta inoltre ad essere un efficace racconto per stimolare la fantasia e la curiosità di bambini e ragazzi nei confronti della flora e della fauna presente sul territorio del Parco Nazionale del Gran Paradiso.

Il terzo premio è stato assegnato a “I misteri di Cogne” di Giuliana Gabriella Corea, per la capacità dell’autrice di narrare molteplici leggende di Cogne all’interno del proprio elaborato. Il mistero della montagna avvolge il lettore trasportandolo in un antico mondo magico che ancora oggi affascina e stimola la curiosità di residenti e turisti.

"L'iniziativa promossa dalla nostra Biblioteca – ricorda l’Assessore alla Cultura del Comune di Cogne, Eleonora Trento - vuole rappresentare l'occasione per i residenti e per i nostri ospiti di tradurre in un elaborato narrativo le proprie sensazioni ed emozioni, ogni anno declinate secondo tematiche differenti, ma sempre legate alla propria esperienza di vita a Cogne. Il buon riscontro che otteniamo ogni anno ci dà la voglia di proseguire nell’iniziativa ponendoci come obiettivo futuro la valorizzazione di tutti i testi in gara per mezzo di piccole pubblicazioni".

red. cul.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore