Confcommercio VdA | sabato 29 aprile 2017 23:19

Confcommercio VdA | lunedì 26 dicembre 2016, 19:40

Finanziamenti Inail alle micro e piccole imprese del Terziario

Nell'ambito del lavori del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza dell'INAIL, dove sono presenti i rappresentanti delle parti sociali, la Confederazione ha ottenuto, con apposita delibera, lo stanziamento di 20 milioni per i Bandi, suddivisi su base territoriale, a sostegno delle piccole e microimprese dei sottoindicati comparti del Terziario, per incentivare  la realizzazione di progetti mirati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

L'INAIL ha pubblicato  sul proprio sito il relativo bando, di cui si evidenziano alcuni aspetti, con  riserva di fornire ulteriori approfondimenti.

Punteggi

I progetti per essere ammessi devono raggiungere il punteggio soglia di 120 punti. I parametri che determinano i punteggi sono i seguenti:

- dimensione aziendale;

- progetti condivisi con le parti sociali;

- tipologia di intervento;

- rischiosità delle lavorazioni.

Soggetti beneficiari

I soggetti destinatari degli incentivi sono le piccole e microimprese, ubicate in ciascun territorio regionale o provinciale,  iscritte alla Camera di Commercio, le cui attività sono classificate secondo i seguenti codici ATECO:

56.10.11 -  Ristorazione con somministrazione;

56.10.12 -  Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole

56.10.20 – Ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto;

56.10.30 – Gelaterie e pasticcerie;

56.10.41 - Gelaterie e pasticcerie ambulanti;

56.10.42 – Ristorazione ambulante

56.10.50 – Ristorazione su treni e navi;

56.21.00 – Catering per eventi, banqueting;

56.29.10 – Mense

56.29.20 – Catering continuativo su base contrattuale;

56.30.00 – Bar e altri esercizi simili senza cucina

47.11.40 - Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari;

47.29.90 - Commercio al dettaglio di altri prodotti alimentari in esercizi specializzati nca.

Ricordiamo, che in base alla normativa comunitaria(Raccomandazione 2003/361/CE della Commissione Europea) sono definite piccole imprese quelle che hanno un organico inferiore a 50 persone fino a 50 dipendenti e il cui fatturato o il totale del bilancio annuale non superi 10 milioni di euro, mentre sono definite micro imprese quelle il cui organico sia inferiore a 10 persone e il cui fatturato o totale di bilancio annuale non superi 2 milioni di euro.

Progetti ammessi al contributo

Sono ammessi al contributo i progetti finalizzati alla riduzione dei seguenti rischi:

rumore;

taglio e  cesoiamento dovuto a macchine o attrezzature con organi di lavoro taglienti;

ustioni;

caduta dall'alto e/o in piano.

Ogni impresa può presentare una sola domanda sul territorio nazionale. Ad ogni modo, viene garantita la possibilità di finanziare, nell'ambito dello stesso progetto, più interventi fra quelli sopraelencati.

Entità del finanziamento e risorse

Le risorse sono ripartite a livello regionale o provinciale.

Il contributo, in conto capitale, è erogato fino ad una misura massima corrispondente al 65 per cento dei costi ammissibili sostenuti e documentati per la realizzazione del progetto.
Il contributo massimo per ciascuna impresa, nel rispetto del regime "de minimis", non può superare l'importo di 50.000 euro, mentre quello minimo ammissibile è pari a 2.000 euro.

Per i progetti che comportano un contributo superiore a 30.000 euro è possibile chiedere all'INAIL un'anticipazione del 50% dell'Importo del contributo stesso, che sarà concesso previa la costituzione di una garanzia fidejussoria a favore dell'Istituto.

Prima fase: inserimento online della domanda e download del codice identificativo
Dal 19 aprile 2017, fino alle ore 18.00 del 5 giugno 2017, nella sezione "Accedi ai servizi online" del sito Inail le imprese registrate avranno a disposizione un'applicazione informatica per la compilazione della domanda, che consentirà di:
• effettuare simulazioni relative al progetto da presentare;
• verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità;
• salvare la domanda inserita;
• effettuare la registrazione della propria domanda attraverso l'apposita funzione presente in procedura tramite il tasto "invia".

Per accedere alla procedura di compilazione della domanda l'impresa deve essere in possesso delle credenziali di accesso ai servizi online (Nome Utente e Password). Per ottenere le credenziali di accesso è necessario effettuare la registrazione sul portale Inail, nella sezione "Accedi ai servizi online", entro e non oltre le ore 18.00 del 3 giugno 2017.

Dal 12 giugno 2017 le imprese che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista e salvato definitivamente la propria domanda, effettuandone la registrazione attraverso l'apposita funzione presente in procedura tramite il tasto "invia", potranno accedere all'interno della procedura informatica ed effettuare il download del proprio codice identificativo che le identifica in maniera univoca.

Seconda fase: invio del codice identificativo (click-day)
Le imprese potranno inviare attraverso lo sportello informatico la domanda di ammissione al finanziamento, utilizzando il codice identificativo attribuito alla propria domanda e ottenuto mediante la procedura di download.
Le date e gli orari dell'apertura e della chiusura dello sportello informatico per l'invio delle domande, saranno pubblicati sul sito Inail a partire dal 12 giugno 2017.
Gli elenchi in ordine cronologico di tutte domande inoltrate, con evidenza di quelle collocatesi in posizione utile per l'ammissibilità al finanziamento, saranno pubblicati entro sette giorni dal giorno di ultimazione della fase di invio del codice identificativo.

Terza fase: invio della documentazione a completamento della domanda
Le imprese collocate in posizione utile per il finanziamento dovranno far pervenire all'Inail, entro e non oltre il termine di trenta giorni decorrente dal giorno successivo a quello di perfezionamento della formale comunicazione degli elenchi cronologici, la copia della domanda telematica generata dal sistema e tutti gli altri documenti, indicati nell'Avviso pubblico, per la specifica tipologia di progetto.

info confcommercio vda

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore