CRONACA | martedì 22 agosto 2017 09:22

CRONACA | giovedì 22 dicembre 2016, 17:23

Cittadinanzattiva in campo contro i contratti-truffa di energia e gas

 “Guerra alle frodi contrattuali nel settore energetico, che mietono migliaia di vittime ogni giorno”. Giovan Battista De Gattis, segretario di Cittadinazattiva Vda promette battaglia e tolleranza zero contro chi abusa dell'onesta e, talvolta, dell'ignoranza in buona fede dei cittadini.

“E' questo il tema del secondo appuntamento della campagna informativa denominata 'Le Faq del cittadino', - spiega De Gattis - iniziativa avviata nel mese di novembre e promossa dal Punto integrato di tutela di CittadinanzAttiva della Valle d’Aosta per rafforzare la tutela del consumatore nell’ambito dei servizi pubblici e privati”. De Gattis evidenzia la missiva ricevuta da un aostano preoccupato.

“Mia nonna ha 80 anni e vive da sola – spiega il giovane - alcuni giorni fa ha ricevuto la visita di due venditori porta a porta che hanno cercato di convincerla a stipulare un nuovo contratto per l’erogazione di energia elettrica e gas. Lei ha firmato dei fogli, ma ora è pentita. Cosa può fare?” .

Cittadinanzattiva VdA sa bene che, spiega De Gattis, “i venditori truffaldini, ormai, utilizzano le tecniche più disparate per introdursi in casa: quali la semplice lettura del contatore o della bolletta oppure entrano con la falsa promessa di applicazioni tariffarie più vantaggiose di quella attuale”. Nella maggior parte dei casi, “si tratta della semplice stipulazione di un nuovo contratto ovvero il passaggio ad un altro gestore”.

La tecnica è quella di introdursi nell'alloggio; trovano una scusa per visionare le vecchie bollette e, dopo averne copiato i dati, fanno firmare dei fogli fintamente informativi che di fatto sono un vero e proprio contratto. “Per i contratti a domicilio esiste il diritto di ripensamento dell’utente – ricorda De Gattis - ovvero la possibilità di recedere dal contratto entro 14 giorni, chiedendo il ripristino della situazione preesistente e senza spese aggiuntive per il cliente”. Qualora il cittadino dovesse aver bisogno di supporto per affrontare questo problema, può contattare Cittadinanzattiva VdA allo 0165 1756146 oppure scrivere a pitvda@gmail.com

Giovan Battista De Gattis, segretario Cittadinanzattiva VdA

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore