ATTUALITÀ POLITICA | martedì 22 agosto 2017 09:27

ATTUALITÀ POLITICA | lunedì 12 dicembre 2016, 09:00

L'OPINIONE DELLA CIGALE VALDOTAINE: Altra lista di attesa

Il voto del referendum di domenica scorsa ha portato Renzi a dare le dimissioni da Presidente del consiglio, e quindi si è aperta la crisi di governo.
Il presidente della Repubblica Mattarella ha iniziato le consultazioni con tutti i partiti e nelle prossime ore indicherà la sua scelta.

I cinque stelle, dopo la consultazione, hanno continuato a ribadire la loro volontà di andare subito al voto. Oggi sono assolutamente convinti di andare alle elezioni con l'Italicum.

Con l'Italicum! Ma non erano gli stessi cinque stelle che pochi mesi fa definivano questo sistema elettorale come mafioso, orrendo, un sistema lontano dal permettere al popolo di votare in libertà.

Ora che questo sistema potrebbe andare bene a loro, pur restando negativo per i cittadini, sono  del tutto disponibili a utilizzarlo.

Anche a loro quindi poco importa della libertà di scelta dei cittadini, ma prevale, come avviene negli altri partiti, l'interesse del loro movimento.
È di oggi la notizia che i cinque stelle si dichiarano pronti, se non ci sarà il voto subito, a dare le dimissioni in massa dal Parlamento.

Ma nella notre Petite Patrie non avevamo già sentito questo proposito da parte di coloro che erano in minoranza due anni fa, quando vi fu il tentativo di dare la spallata al Presidente Rollandin?

Invece a questo annuncio seguirono solo parole, parole... anzi ci fu chi, fra costoro che si proclamavano pronti a dimettersi, convocò un mini congresso per prolungare di un mandato la permanenza nel consiglio regionale.

Ora, che il Presidente Mattarella ha dato l'incarico per un nuovo governo, ci aspettiamo, da parte di coloro che hanno accusato di incoerenza, di inaffidabilità e di falsità  tutti gli altri, un gesto che trasformi le solite parole in fatti.

Altra lista d'attesa.


cigale valdotaine

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore