La pensée de Fourmi | venerdì 17 novembre 2017 20:40

La pensée de Fourmi | lunedì 28 novembre 2016, 13:59

FORMICA PARLA AI TRIBUTARISTI ITALIANI

Nella foto a sinistra il prof. Francesco Tesauro, con il prof. Orlando Formica (al centro) ed il prof. Augusto Fantozzi

Il centro congressi di Roma ha ospitato, il 25 novembre, il convegno  dell’Associazione Tributaristi Italiani sul tema:” l’EVOLUZIONE DELLO STATUTO DEI DIRITTI DEL CONTRIBUENTE” con duecento partecipanti e la sapiente organizzazione del segretario dott. Mastrapasqua.

I lavori coordinati dal prof. Marongiu si sono sviluppati con approfondite relazioni tra le quali quelle dei professori Giuseppe VANZ, Francesco TESAURO e Salvatore MULEO rispettivamente delle università di Torino, Milano e della Calabria. Dopo il saluto dell ‘ assessore al bilancio del Comune di Roma dott. Andrea  MAZZILLO è intervenuto il prof. Orlando FORMICA, Garante del Contribuente della Valle d’Aosta quale promotore della “Costituente del Contribuente”. Il Professore ha focalizzato il Suo intervento su alcune traiettorie  così:

1°) il motore del sistema Paese dovrà essere il potere pubblico ed Istituzionale.  Si impone però un’attenta valutazione degli effetti economici delle imposte e sulle conseguenze che vanno a determinare negli aggregati del sistema economico-sociale quali gli investimenti, i consumi, i risparmi, la distribuzione del reddito. Le imposte elevate scoraggiano l’attività economica, l’assunzione di rischi, l’offerta di lavoro.

2°) è il momento di prendere atto che il Paese  non può essere stretto tra lacci e laccioli della burocrazia. Dobbiamo adattarci al cambiamento trasformando le incertezze di oggi in occasioni e recuperando così l’inventiva, la forza cha ha caratterizzato l’agire dei nostri padri che hanno inserito l’Italia nel concerto dei Paesi che contano, facendoci  uscire dal degrado e dall’emarginazione.

3°) è  l’ora di stimolare la libera iniziativa dei privati i quali con un occhio devono guardare ai mercati emergenti (per entrarci ) ma con l’altro non devono abbandonare la presenza in casa esaltando vocazioni naturali ed umane. Formica ha così proseguito:” l’economia interna nelle sue diversificazioni locali dovrà fare leva su potenzialità inespresse ( turismo, territori, agroalimentare) capaci di produrre ricchezza e lavoro”.

A margine dei lavori alcuni organismi presenti hanno chiesto a Formica di essere coinvolti nella nascente “Costituente” perché questa dà voce a famiglie, imprese e comunità locali.

info uff. grarante contribuente vda

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore