CULTURA | giovedì 23 marzo 2017 13:12

CULTURA | lunedì 21 novembre 2016, 09:30

In Bosnia Erzegovina…Medjugorje, perché no?

Un’escursione necessaria, ma un poco faticosa, sino a quota 520 metri s.l.m.. E’ la splendida salita tra alti ginepri e arbusti di melograno su una montagna del carso dinarico (il Križevac!, vecchio di 300 milioni d’anni, ndr) sovrastante Medjugorje: località della regione del Brotnjo, nel meridione della minuscola Erzegovina, nota dal 24 giugno 1981 per le apparizioni della Madonna ai veggenti Marija Pavlović-Lunetti, Vicka Ivanković-Mijatović, Mirjana Dragićević-Soldo, Ivanka Ivanković-Elez, Ivan Dragićević e Jakov Čolo.

A 25 chilometri a sudovest di Mostar, Medjugorje  -  con i villaggi di Bijakovići, Vionica, Miletina e Šurmanci  -   forma una comunità parrocchiale di 5mila anime (quella di san Giacomo, patrono dei pellegrini,ndr) visitata ogni anno da più di un milione di persone, attratte dalla presenza della santa Vergine e dai luoghi di preghiera attorno alla Croce (quella sulla vetta del Križevac, alta 8,56 metri, innalzata il 15 marzo 1933 in memoria del 1900esimo anniversario della passione di Gesù,ndr) ; ma non solo…

Oltre il querceto, il colle del Crnica o Podbrdo  -  dal nome di un nucleo di case tra profumi intensi di salvia e santoreggia  -  rivela la presenza della Croce Blu (1988) nel luogo in cui è apparsa la Madre di Dio, «quando la polizia ai tempi del regime impediva ai veggenti di recarsi in quella che oggi è conosciuta come la Collina delle Apparizioni».

Nuovamente a Medjugorje, nei pressi del santuario  -   lato nordovest  -   e della statua della Regina della Pace: un’inedita Croce di legno precede di poco la scultura bronzea a croce del Salvatore Risorto (1998; peso 2,5 tonnellate).

Una leggera brezza da sudovest porta con sé odori di  ligustro, avorniello, frangola e di macchia sempreverde.

C’è chi transita davanti alla rappresentazione bronzea di san Leopoldo Bogdan Mandić, puntando sulla strada maestra al risto-bar Lukas per un baklava alle noci, pensando a un bis del medesimo dolce   -  questa volta alle nocciole  -   poco più in là, al Bellissima Café, quasi a due passi dall’hotel Klemo. 

Ben rinfrancato, qualcuno progetterà scoperte ai gioielli geologici delle Alpi Dinariche, formate in massima parte da rocce carbonate, calcare e dolomiti.

Conche e stagni carsici; insolite doline (depressioni), come il lago Azzurro e il lago Rosso a Imotski e campi carsici attraversati da fiumi (Livanjsko polje, Popovo polje, Nevesinjsko polje, ecc.), introdurranno il nuovo arrivato alla cultura dell’età della pietra (pitture rupestri a Badanj-Stolac e ritrovamenti archeologici  di Ravlića a Drinovci e di Zelena pećina, la grotta Verde, alle fonti del Buna)… sino ai resti della remota città di Daorson.

Il mondo degli Illiri, il complesso degli edifici romani a Mogorjelo; Bigeste sul fiume Humac; la romana Narona, oggi Metković; la Terra degli Humi e i pleter, intrecci di pietra, di Gorica  -   con le stećak  -   steli sepolcrali misteriose, ripagheranno i disagi del viaggio tra case di pietra, muri a secco e abitazioni stojna kuća d’epoca austro-ungarica in… scenari di sorbi domestici, aceri campestri, olmi, frassini, lillà, rovi, piante arbustacee di marruca e  cornioli onnipresenti in questa piccola parte (appena il 20%) del territorio nazionale della Bosnia Erzegovina (BiH). 

Notizie in valigia

Documenti di frontiera.  Passaporto individuale con  validità minima di tre mesi oltre la data di rientro dalla BiH o carta d’identità valida per l’espatrio priva di timbro di proroga del rinnovo.

Come arrivare. Velocemente in aereo, da Roma-Fiumicino a Spalato-Kaštela (Croazia) su aeromobile Croatia Airlines (tel. 06.54210021). Dall’aeroporto, trasferimento in autobus navetta alla Bus central station (tel. 00385.21.329199), prossima alla stazione marittima. Dal terminal delle autolinee internazionali, autocorriere Globtour Panorama Bus per Medjugorje. Tempo di percorrenza: 180 minuti. N.B. : l’aeroporto di Mostar serve attualmente voli charter.

Dove mangiare e dormire. A Medjugorje: Hotel Annamaria, Ruza Inn, Villa Regina; Pensione Dina, Dubrovnik, Internazionale, Mate DS, Sulic, Uno.

A tavola. Cibi a base di verdura, patate, cavoli e cetrioli. Buone le zuppe, le carni alla brace, gli spiedini di polpa d’agnello (ražnjići), i prodotti caseari degli altipiani di Livno e il sirac, un formaggio particolare. Ottimi i vini. Da gustare: il baklava, di pasta sfoglia fillo, qui detta yufka (può essere differentemente ripieno di un trito di gherigli di noce, nocciole, mandorle e pistacchi).

Richiami turistici. Il monastero derviscio di Blagaj, le cascate di Kravica , l’ex roccaforte ungherese di Pocitelj, la valle del Neretva, Vrgorac (resti di sette torri turche nell’urbe di pietra); Mostar, capitale storica dell’Erzegovina (possiede numerose moschee, chiese cattoliche e scismatiche antiche) sulle rive del Neretva congiunte da diversi ponti, tra i quali uno di costruzione turca, del sec. XVI; il villaggio di Kočerin (con la celebre pietra del 1404 scritta in caratteri cirillici bosniaci), la riserva ornitologica di Hutovo Blato, la cittadella fortificata di Stolac, Neum (l’unica città della Bosnia Erzegovina adagiata sul mare Adriatico; dista 70 chilometri da Medjugorje) ; la laguna di Mali Ston, rinomata per l’allevamento di molluschi.

Unità monetaria. Marco convertibile (KM). Dal 1° gennaio 2002 il cambio è collegato all’euro. (1.95 KM = 1 €). A Medjugorje l’euro è accettato ovunque.

Acquisti. Oggetti votivi, statue e statuette raffiguranti la Madonna, ćilimi (tappeti), tè di gelso nero, miele, marmellate (di corniole, fichi, ecc.),  strumenti a corde (gusle), diple (pifferi a due canne) e ricercate opanak, calzature di pelle grezza.

Santuario (chiesa di san Giacomo). Info: tel. 00387.36.650206, 653300, 650310.

Info. Tourism Association of Canton Sarajevo, email: tourinfo@bih.net.ba

A Medjugorje: Informativni centar, tel. 00387.36.651988.

In calendario. Medjugorje nei viaggi de Il piccolo Tiglio, info: www.ilpiccolotiglio.it; prenotazioni presso le migliori agenzie di viaggio.

pietro semino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore